Notizie

16 agosto 2010

Oggi nasceva Charles Bukowski

Filed under: Poesia — notizie @ 06:09
Tags:

Charles Bukowski
Il 16 agosto 1920 nasce ad Andernacht, in Germania, Charles Bukowski. Dal 1923 la famiglia si trasferisce negli Stati Uniti, a Los Angeles. Non si integra facilmente con i ragazzi della zona, già da adolescente comincia a bere. Si diploma nel 1938, vive di lavori saltuari e trascorre le notti tra prostitute e bar, mente comincia a scrivere e pubblicare articoli e poesie su diverse riviste. Dal 1945 trova lavoro in un ufficio postale. Negli anni successivi la sua fama cresce, si fanno più frequenti le collaborazioni con le riviste Underground, Bukowski comincia a diventare uno dei simboli della Beat Generation. Si licenzia a quasi cinquant’anni per vi vere del suo lavoro di scrittore, viaggiando continuamente per gli Stati Uniti in reading di poesia, grandi bevute e avventure con diverse donne. Negli anni ’80 le riduzioni cinematografiche di due suoi romanzi hanno consolidato la sua fama internazionale. E’ morto nel 1994.

30 luglio 2010

Emily Bronte

Filed under: Poesia — notizie @ 07:18

Nata nello Yorkshire il 30 luglio del 1818, Emily Bronte è considerata l’autrice più interessante e inquietante dell’Ottocento inglese. Figlia di un reverendo aveva due sorelle e tre fratelli a cui era molto legata. Morta molto presto la madre, il padre regala ai figli una scatola di soldatini che stimola la fantasia dei ragazzi che tra il 1826 e il 27 creano una serie di avventure che in parte trascrivono. Nel 1836 Emily scrive la sua prima poesia datata (ne scriverà circa duecento) e nel 38 inizia a insegnare, ma alternerà l’insegnamento e lunghi periodi di permanenza a casa in cui si dedica alla scrittura e altri di viaggio a Bruxelles per c onoscere le lingue straniere. Nel 1845 pubblica, con uno pseudonimo, insieme alla sorella Charlotte, un libro di poesie e nel 1847 “Cime tempestose”, la sua opera più famosa, un romanzo che suscita subito delle critiche perché immorale, una vicenda di solitudine, amore, odio e vendetta, che si svolge nel suggestivo scenario delle solitarie brughiere inglesi. Muore di tisi, a soli 30 anni, nel dicembre del 1848.

14 luglio 2010

Natalia Ginzburg

Filed under: Libri — notizie @ 06:15

Natalia Levi, conosciuta poi come Natalia Ginzburg, una delle più grandi scrittrici italiane del Ventesimo secolo, nasce a Palermo il 14 luglio del 1916. Cresce poi a Torino, città d’origine della sua famiglia, in un ambiente intellettuale e antifascista che poi racconterà nel libro “Lessico famigliare” che vincerà il premio Strega nel 1963. Segue i corsi di letteratura all’Università e a 18 anni pubblica i suoi primi racconti. Inizia a collaborare con l’Einaudi dove conosce Leone Ginzburg, di Odessa, consulente della casa editrice per la letteratura russa, e nel 1938 si sposano. Nel 1940 sono costretti al confino a Pizzoli, in Abruzzo , e nel 1942 esce il primo romanzo di Natalia Ginzburg, “La strada che va in città”. Tra il 1943 e il 1944 Leone e Natalia Ginzburg si dedicano all’editoria clandestina, ma mentre tornano a Roma, nel ’44, Leone viene arrestato e morirà in carcere senza poter rivedere la famiglia. Natalia torna a vivere a Torino e a lavorare per l’Einaudi. Nel 1952 sposa il professore d’inglese Gabriele Baldini e ha inizio un periodo di notevole produzione letteraria coronato anche dalla vittoria di diversi premi. Scrive anche testi per il teatro (“Ti ho sposato per allegria

10 luglio 2010

Giorgio De Chirico nasceva oggi

Filed under: Arte — notizie @ 07:05

Giorgio De Chirico, noto pittore metafisico, nasce il 10 luglio del 1888 a Volos, in Grecia, figlio di un ingegnere minerario e di una nobildonna genovese. Suo fratello Andrea prenderà come artista lo pseudonimo di Savinio. Giorgio, assecondato dal padre nella sua passione per l’arte, prende lezione da un pittore greco poi frequenta l’Istituto Politecnico di Atene. Morto il padre, con la madre e il fratello si trasferiscono a Monaco. Nel 1910 torna in Italia, prima a Milano e poi a Firenze. Giotto e la pittura primitiva toscana lo impressionano. Si trasferisce per un periodo a Parigi con il fratello e lì incontra i più importanti artisti che ci lavorano. Durante la prima guerra mondiale è ricoverato all’ospedale psichiatrico di Ferrara per disturbi nervosi. È un periodo fondamentale per la definitiva impronta metafisica del suo stile. Frequenta l’ambiente artistico di Ferrara dove conosce Carlo Carrà e Filippo De Pisis negli anni trenta passa qualche tempo negli Stati Uniti e espone in tutto il mondo. Continua a dipingere anche nei suoi ultimi anni e le sue opere continuano ad essere apprezzati anche all’estero. Muore a Roma nel novembre del 1978.

3 luglio 2010

Franz Kafka

Filed under: Libri — notizie @ 07:46

Franz Kafka nasce a Praga il 3 luglio 1883. È uno dei maggiori scrittori di lingua tedesca del Ventesimo Secolo. Ceco poi, e, prima, cittadino Austro-Ungarico, nasce in una famiglia ebrea della media borghesia. Ha l’opportunità di interessarsi alla cultura, alle scoperte scientifiche (si avvicina al darwinismo), al sociale e la possibilità di laurearsi due volte in germanistica e in giurisprudenza. Inizia a scrivere per passatempo nel momento in cui è impiegato a Praga di un gruppo assicurativo. Malato di tubercolosi e osteggiato dal padre nella sua volontà di dedicarsi alla narrativa, Kafka si trasferisce da Praga a Berlino e quindi nel sa natorio di Kierling (Vienna) dove muore il 3 giugno 1924. Opere quali “La metamorfosi”, “Il processo”, “Il castello” e “America” rappresentano in maniera mirabile l’alienazione dell’io dei protagonisti tanto da portarli all’isolamento e al rifiuto del contatto con la realtà. Alienazione che in qualche maniera, per lo scrittore si traduce in conflitto interiore e in una incapacità naturale a rendere compiute la maggior parte dei propri scritti.

1 luglio 2010

George Sand nasceva il 1 luglio 1804

Filed under: Libri — notizie @ 06:34
Tags: ,

L’1 luglio del 1804 nasce a Parigi George Sand, pseudonimo di Amandine Aurore Dupin, scrittrice francese. Studia prima a Nohant, dove vive con la nonna, poi in un Istituto religioso di Parigi. A diciotto anni sposa il barone Casimir Dudevant dal quale ha due figli. Nel 1830, lasciato il marito, si stabilisce nella capitale francese dove indossa abiti maschili, fuma la pipa, insomma si comporta in modo del tutto incomprensibile per una donna dell’Ottocento. Dal 1832 inizia a pubblicare, con successo, romanzi d’amore. Nel ’33 comincia una burrascosa relazione con de Musset, poi con Merimée, poi con Chopin che la Sand lascia poco prima di morire di tisi. La sua p roduzione letteraria è molto vasta: dai romanzi sentimentali alle digressioni sociali e filosofiche, all’autobiografia e le sue opere migliori sono i “romanzi campestri”, scritti a Nohant dove si era ritirata e dove morì nel 1876.

28 giugno 2010

Jean-Jacques Rousseau nasceva il 28 giugno

Filed under: Generale — notizie @ 08:12

Il 28 giugno 1712 nasce a Ginevra il filosofo svizzero di lingua francese Jean-Jacques Rousseau, uno dei più celebri e influenti pensatori dell’Illuminismo francese. Cresciuto con uno zio materno alla morte dei genitori, conduce una vita disordinata ed errabonda, praticando diversi mestieri: precettore a Lione (1740), copista di musica a Parigi (1741), segretario a Venezia (1743) del signore di Montaigu, ambasciatore del re di Francia. Ritornato a Parigi (1744) dopo un litigio con il diplomatico, Rousseau fece rappresentare con successo in una casa privata la sua opera lirica Le muse galanti (1745), divenne segretario di una dama del gran mondo e fu da questa presentato a Madame d’Epinay (1749). La protezione di quest’ultima gli schiuse le porte dei salotti alla moda, mentre l’amicizia di Diderot, su invito del quale scrisse alcune voci di argomento musicale per l’Enciclopedia, stimolò il suo pensiero alla meditazione filosofica. Nei due Discorsi del 1750 e del 1754 Rousseau svolge una critica morale della società contemporanea, giudicata falsa e corrotta, avida, ambiziosa, tesa alla sopraffazione. Rousseau sostiene che tali mali non sono connaturati all’uomo, bensì connessi alla disuguaglianza economica. Alla società coeva egli opponeva uno stato di natura in cui gli uomini vivevano “liberi, sani, buoni e felici”. In tal modo, Rousseau si contrappose agli altri illuministi, in quanto all’ottimismo scientifico e filosofico di questi sostituiva una visione morale fondata sui valori dell’interiorità e sulla considerazione dello stato presente come condizione di decadenza e di corruzione rispetto a uno stato originario. Con “Il contratto sociale” (1762), R! ousseau delineò un modello di convivenza politica in cui l’individuo, pur obbedendo alla legge, non cessava però di essere libero, poiché la legge, anziché essere espressione dell’arbitrio di un sovrano assoluto, esprime la volontà generale, quindi, obbedendo a essa, l’individuo obbedisce a se stesso, poiché l’io di ciascuno si identifica con l’io di tutti.

23 maggio 2010

Strage di Capaci: 23 maggio 1992

Filed under: Generale — notizie @ 08:45
Tags:

Il giudice Giovanni Falcone e la sua scorta vengono massacrati da un’esplosione nella Strage di Capaci. Falcone stava tornando, come era solito fare nei fine settimana, da Roma. Il jet di servizio partito dall’aeroporto di Ciampino intorno alle 16:45 arriva a Punta Raisi dopo un viaggio di 53 minuti. Lo attendono tre autovetture gruppo di scorta sotto comando del capo della squadra mobile della Polizia di Stato. Le auto lasciano l’aeroporto imboccando l’autostrada in direzione Palermo. La situazione appare tranquilla, tanto che non vengono attivate neppure le sirene. Su una strada parallela, una macchina si affianca agli spostamenti delle tre Croma blindate, per darne segnalazione ai killer in agguato sulle alture sovrastanti il litora le; sono gli ultimi secondi prima della strage. Otto minuti dopo, una carica di cinque quintali di tritolo posizionata in un tunnel scavato sotto la sede stradale nei pressi dello svincolo di Capaci-Isola delle Femmine viene azionata per telecomando dal sicario incaricato da Totò Riina. La detonazione provoca un’esplosione immane ed una voragine enorme sulla strada. In un clima irreale e di iniziale disorientamento, altri automobilisti ed abitanti dalle villette vicine danno l’allarme alle autorità e prestano i primi soccorsi tra la strada sventrata ed una coltre di polveri.

19 maggio 2010

Jacqueline Kennedy muore il 19 maggio 1994

Filed under: Generale — notizie @ 07:25
Tags: ,

Jacqueline Lee Bouvier conosciuta al mondo come Jacqueline Kennedy si è spenta a New York il 19 maggio 1994. Era nata a Southhampton il 28 luglio 1929 ed aveva studiato a New York e in Virginia. Nel periodo degli studi scrive novelle e romnzi corredandoli di illustrazioni. In occasione dei suoi diciotto anni viene eletta “Debuttante dell’anno” per la stagione 1947-1948. E come studentessa del Vassar College ha occasione di viaggiare molto e di passare un lungo periodo a Parigi. Nel 1951 si laurea in belle arti alla G. Wasinghton University. Nel 1952 viene assunta dal “Washington Times-Herald” prima come fotografa e poi come redattrice. Le viene commissi onata un’intervista al senatore John F. Kennedy ed è un vero e proprio colpo di fulmine: l’anno successivo, precisamente il 12 settembre del 1953, i due si sposano. L’8 novembre del 1960 John Kennedy viene eletto 35° presidente e sua moglie Jacqueline diventa una delle più giovane first lady della storia, ammirata da tutti per la bellezza, la cultura, la grazie e l’eleganza. Nel tragico attentato del 22 novembre 1963 Jackie è seduta accanto al marito quando questi viene ucciso da un colpo di d’arma da fuoco e compostamente ed elegantemente lo accompagnerà nell’ultimo viaggio. Nel 1968 sposa l’armatore greco Aristotele Onassis, che morirà nel 1975 lasciandola di nuova vedova. Jackie Bouvier collabora con diverse riviste in qualità di esperta di arte Egiziana e letteratura, fino alla sua morte.

16 maggio 2010

AUGURI Claudio Baglioni! nasce il 16 maggio 1951

Filed under: Musica — notizie @ 06:41

Claudio Baglioni, uno tra gli artisti italiani di maggior successo, è nato a Roma il 16 maggio 1951. Musicista, compositore, autore, ha pubblicato diciotto album originali, 9 dal vivo, 2 da interprete, venduto milioni di copie e conquistato numerosi dischi d’oro e di platino. Alcuni dei suoi album (“Strada facendo”, “La vita è adesso”, “Oltre”) sono considerati capolavori assoluti. Il suo brano di maggior successo, “Questo piccolo grande amore” (1972), è stato votato “Canzone italiana del secolo” (1985) e risulta il singolo più venduto nella storia della musica popolare italiana. Da sempre attento alle questioni sociali, Baglioni è sta to protagonista italiano dello “Human Rights Now Tour” (Amnesty International, 1988), del World Food Day Concert (FAO, 1996), del Live8 (2005) contro la povertà. Dal 2003 organizza O’scia: rassegna di musica dedicata alle migrazioni. Nel settembre 2006, secondo artista al mondo ha suonato nell’emiciclo del Parlamento Europeo per sensibilizzare Istituzioni e forze politiche sul tema dell’integrazione culturale.

« Pagina precedentePagina successiva »

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: